Guida allo smaltimento

Slider-Rigenerazione2

Guida al corretto smaltimento di cartucce e toner esausti

Sei titolare di partita iva e non sai come smaltire il toner esausto della tua stampante?

Innanzitutto devi sapere che in quanto titolare di P.IVA e in base al D.Lgs 152/06 (Decreto Ronchi) sei obbligato ad una corretta gestione delle cartucce e  toner esausti poiché rifiuti speciali (indipendentemente da quanti toner utilizzi all’anno).

Per liberarti di tali rifiuti speciali hai due possibilità:

1) SMALTIRLI

Puoi contattare un’azienda iscritta all’Albo Utilizzatori Rifiuti e provvista di regolare autorizzazione regionale allo smaltimento la quale provvederà a ritirare tutte le cartucce e toner esausti presenti nella tua azienda / ufficio e conservate all’interno di un ECOBOX; da tale azienda devi pretendere il rilascio della prima copia del F.I.R. ( Formulario identificazione rifiuto) secondo la normativa vigente;

La quarta di tale F.I.R., attestante la presa in carico del rifiuto da parte dell’impianto di conferimento, dovrà esserti restituita entro 90 gg dal giorno del ritiro.

Dovrai conservare questi documenti (1a e 4a copia) per 5 anni.

2) RESTITUIRLI

Puoi restituire il tuo toner esausto, nel momento in cui ne acquisti uno nuovo, purchè però tale azienda abbia tutte le autorizzazioni necessarie per accettare e gestire tale rifiuto.

E’ tua responsabilità accertarti che l’azienda alla quale affidi i toner esausti abbia tutte le autorizzazioni necessarie.

La fattura di acquisto di un nuovo toner da un’azienda autorizzata ne attesta l’effettivo smaltimento.

Se l’azienda non ha le autorizzazioni necessarie, NON PUOI, lasciare il tuo toner esausto.

Ricorda che:

Il mancato rispetto di questi obblighi di legge comporta pesanti sanzioni amministrative per la tua azienda (da € 1032,00 a € 92.962,00) che, in caso di reato comprovato, possono anche trasformarsi in sanzioni penali a carico del titolare dell’azienda.

Da FAST PRINT puoi scegliere sia l’una che l’altra ipotesi in quanto la ns azienda è una delle poche iscritta all’Albo Utilizzatori Rifiuti e avente regolare autorizzazione rilasciata dalla Provincia di Lecce sia per lo smaltimento che per la rigenerazione.

Meglio non correre rischi inutili.

Designed By Dgworks - Creative Communication © Copyright 2013 - Fastprint